CI SONO 8 UTENTI COLLEGATI

Scacchi a scuola via WEB


ACCEDI ALLA CASA DEGLI SCACCHI DI VITTORIO


SE NON SEI ANCORA ISCRITTO

VAI ALLA PAGINA DI ISCRIZIONE A "LA CASA DEGLI SCACCHI DI VITTORIO"

PER SINGOLI UTENTI

 

CONSIDERAZIONI GENERALI

Poiché gli scacchi sono utili alla formazione degli studenti, appare necessario chiedersi: perché in moltissime scuole italiane non siano stati ancora introdotti?

Cercando di dare una risposta, queste potrebbero essere le cause:

1) Se pensiamo che siano gli Insegnanti di ruolo a dover introdurre l’avviamento al gioco degli scacchi, possiamo pensare che non sia così scontato che essi abbiano le sufficienti competenze per poterlo fare, e nemmeno che ottenere queste competenze sia un loro obiettivo, poiché la materia “Scacchi” non fa ancora parte delle indicazioni Ministeriali per la scuola pubblica.

2) Se pensiamo che i progetti di “Scacchi a scuola”, che richiedono la presenza di Istruttori brevettati FSI retribuiti, siano sufficienti per la divulgazione del gioco degli scacchi in tutte le scuole dobbiamo sapere che:

a)    Non tutti i circoli scacchistici hanno l'intenzione di avviare tali progetti, solo una minoranza di essi ce l’ha, perché ciò richiederebbe innanzitutto motivazione a farlo, ma anche energie e risorse umane che non sempre sono presenti.

b)   Nei circoli che potrebbero intraprendere la via di “Scacchi a scuola” possono non esserci del tutto Istruttori FSI, o presenti in numero troppo esiguo o difficilmente impiegabili.

c)    Dove le condizioni a) e b) fossero soddisfatte, potrebbero mancare i fondi, o prima ancora la volontà e/o soprattutto la possibilità di reperire i fondi necessari all’avvio del progetto.

 

PERCHE’ INTRODURRE GLI SCACCHI A SCUOLA TRAMITE WEB

Il corso via web è stato realizzato per cercare di risolvere tutte le problematiche ai punti 1) e 2), non per sostituire i corsi con Istruttori che, laddove è possibile realizzarli, rimangono sempre la risorsa migliore sia per la scuola che per gli scacchi.

Il corso è basato su una  dinamica costantemente interattiva, ha realmente la possibilità di insegnare le regole del gioco e di portare contemporaneamente i ragazzi alla partita con tutti i pezzi, facendoli contemporaneamente divertire molto.

Al fondo del percorso didattico, ma anche durante esso, si arriva realmente ad incontrare “on line” altri ragazzi che vogliono imparare, con i quali giocare i “minigiochi” oppure una vera partita con tutti i pezzi.

Questo corso è assolutamente in grado di:

1)   Fornire l’apprendimento di tutte le regole di base del gioco ai ragazzi

2)   Fornire l’apprendimento di tutte le regole di base del gioco agli insegnanti (contribuendo alla risoluzione del punto 1 nelle considerazioni generali)

3)   E’ realizzabile senza l’intervento di Istruttori, né richiede competenze particolari agli Insegnanti (contribuendo alla risoluzione del punto 2b nelle considerazioni generali)

4)   Ha un costo più basso rispetto ai corsi con Istruttori (mediamente del 50/70 %) quindi può essere interamente sostenuto dalla scuola senza contributi esterni (contribuendo alla risoluzione del punto 2c nelle considerazioni generali)

5)   Può essere proposto dal circolo scacchistico alle scuole una volta sola, all’inizio dell’anno scolastico o alla fine di quello precedente, senza richiedere altri particolari interventi (contribuendo alla risoluzione del punto 2a nelle considerazioni generali)

 

LA VALIDITA’ DEL CORSO VIA WEB

La piattaforma web è accessibile da  http://avviamento.scacchiedu.it/ e può essere visitata, previa richiesta di accesso temporaneo e gratuito a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La didattica via web è stata oggetto della ricerca “L’utilizzo delle tecnologie digitali per l’apprendimento scacchistico scolastico” che è stata realizzata durante l’anno scolastico 2009/2010 in collaborazione con il M.I.U.R. e la F.S.I. (scarica la circolare Ministeriale)

La ricerca, promossa dal Comitato regionale Piemonte F.S.I. e realizzata dalle Università di Torino, di Palermo e dal C.N.R. di Roma, ha coinvolto circa 1.000 alunni di classe terza della scuola primaria, confrontando due gruppi di studenti, tramite test iniziali e finali, per verificare la loro comprensione delle regole del gioco.

Il gruppo di controllo ha partecipato ad un corso di avviamento di 10 ore con Istruttore F.S.I., mentre il gruppo sperimentale ha utilizzato l’insegnamento tramite web (La casa degli scacchi di Vittorio), senza alcun apporto didattico da parte degli insegnanti in materia scacchistica.

I dati della ricerca dimostrano (scarica la ricerca) che, sostanzialmente, l’insegnamento via web ha retto il confronto con gli Istruttori in presenza.

I corsi via web sono utili per l’avviamento al gioco e soprattutto per iniziare un contatto con i circoli scacchistici, i quali, sapendo in quali scuole della loro zona sono stati attivati, potranno integrare questa attività, se lo vogliono, indicendo tornei di Istituto, promuovendo la partecipazione ai GSS, oppure invitando i ragazzi a tornei extra scolastici a loro dedicati.

E’ possibile anche un percorso “misto”, dove l’Istruttore potrà presentarsi nelle classi solo alla fine del corso web, per integrare con la sua presenza ciò che potrebbe non essere stato compreso pienamente e per stimolare maggiormente i ragazzi.

Così facendo potrebbero bastare appuntamenti di poche ore, abbattendo i costi dei corsi e ottenendo i medesimi risultati, in termini di possibilità di partecipazione dei ragazzi alle attività scacchistiche extra scolastiche.

L’importante è iniziare.